cela faremo 1

Si sente un certo friccicolino nell’aere, a Monnè, chiudi la porta del bagno!!! Stamani il traffico è un tantinello aumentato, specie quello delle indulgenze. Er Monnezza, sul water mi ha detto – a regazzì, è fisiologgicooo – quell’uomo non perde un colpo, è stereofonico. C’è un bel sole, e tanta cupidigia di uscire, ma poi a far cosa, a vedere certe palle di lardo sformate dalla quarantena, ma fornite di mascherina d’ordinanza per non farsi riconoscere? Sono certo che la tigrona dal passo sinuoso e dal retro come un vassoio d’argento che fino a qualche mese fa, quando passava, sballava mezzo castello, oggi a stento rotola su se stessa. Allora cosa usciamo a fare? Per noi poveri pensionati, la riapertura dei cantieri edili rappresenta una sorta di panacea, finalmente una ragione di vita alternativa ai sughi star. Che, a proposito, ci sono stati talmente vicini da essere diventati parte dei nostri chili di troppo. L’unica nostra certezza rimane Lady Gaga, che brutta era e brutta rimane. Su, su, su, sperate che presto riaprano i negozi di abbigliamento, perché Andrà tutto bene… ahahahah sì, come no!

10 pensieri su “cela faremo 1

  1. dunque oggi hai fatto la prova di scostume, ma non preoccuparti basta infilare i boxer alla Fantozzi e tirati dino al giro ascelle 🙂
    guarda che non si può più fare comunella nei cantieri, ogni assembramento è sanzionato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.