Ascolta & Leggi: Elton John e poesie di Alfonsina Caterino.

Un forte ringraziamento ad Alfonsina Caterino per i testi che ha concesso a questo blog. Testi pieni di tutto il vivere che afferra, prende, porta. Soprattutto per la verità che costruisce queste poesie. Buona lettura.

… LA LIBERTA’ NON ESISTE

Sugli alberi gli uomini sono i frutti
Tra le volte essi formano infinità
ogive che gli archi accendono
per innalzare ignavia
al contagio del volo
guadato in cielo agli uccelli

Libertà è il nome del coraggio
degli alberi situati in fondo agli uomini
nei corpi scritti fogli da girare smarginando
incognite e inganni alle soglie divenute
più ampio passaggio
edulcorato sui tasti
da leccare

Oggi la direzione nasce figlio
libero
scucito dalla terra
dal cuore della madre; è
libertà
sguainare ai posti di blocco
la clorofilla turbinata
negli occhi aperti…

***

… DELLO SPLENDORE

in luogo alle presenze futili
distanziate corpo a corpo
si mascherano telate ad uso degli antichi
gli sguardi sapienti
indotti a guardare le stelle
per riconoscere i bubboni
ove l’ambra mesce assenze; ed è
il sole a nascondere i cancelli
plumbei e
a calibrare l’esatto vuoto
che rimane tra il giorno
e la pietà pulsata
nel giorno
vagabondo

Io non so nulla,
nulla del vuoto
nulla dei limiti – Del sole
vedo lo splendore
risalito vetro equoreo
sui bubboni
traforando luci
e volti
all’infinito taciuto

Suono dello splendore
il sole schianta in faccia
ad ognuno
le sue schegge
insonni…

***

… QUESTO ESSERCI

e non esserci
è dunque, la trincea febbrile
dei nati al divieto
che il silenzio non assoggetta
ma provoca, superiore alla meditazione
un’ansia conflittuale trascendente
o perenne insoddisfazione; quella di schiudere
i fatti e seguitarli nelle inquietudini
raffinate come il tempo ingiunge
ai sentimenti, di profilare
questione aperta all’esserci
il cambio della scena e
il non esserci aggrovigliare
a stirpi folli ritratte
in seno al cuore
ora sentiero del
velame

Distante
ogni cosa è mutamento
dell’istante inverato sguardo
sulle croci ingiungendo
la notte sfilata alle stagioni
rimaste puntali
dei cipressi guardiani

Questo esserci
oltre il nulla pieno
sporge veduta umana
sulla retina,
un distacco quieto
più straniero
delle vie pensate
vive da passare….

************************************************

Alfonsina Caterino insegna a Roma.
Ha pubblicato nel 2006 la raccolta poetica COME UNA FARFALLA (ed. Il Filo, Roma).
Nel 2009 ha pubblicato il racconto “LA CASA DI ZUCCHERO” sul periodico Narrazioni e nel 2011 la silloge poetica, “NEL TEMPO DELLA GUARDIA” ed. Dante Alighieri Napoli.
Nel 2014, il suo racconto “LA LUCE SOVVERSIVA” è stato segnalato al concorso internazionale di Poesia e Prosa, indetto dalla Casa Editrice Puntoacapo e pubblicato dalla stessa.

9 pensieri su “Ascolta & Leggi: Elton John e poesie di Alfonsina Caterino.

  1. Che spettacolo, la mia anima è in estasi leggendo questi versi.
    Un piacere trascendente ogni senso!!!
    Splendida Alfonsina Caterino!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.