Quarantena 28

Ehilààà come state compagni/e, todo bien? La notte vi ha conservati per un’altra avvincente giornata a metà strada tra la reclusione e la reclusione? Facciamoci venire una botta d’immaginazione! Macché, codardi e pigri come siamo, aspettiamo sempre l’uomo della provvidenza, lo stellone, fatto sta che questa volta lo stellone ci è caduto dritto sulla crapa. Uscite semi clandestine, file su file, ma grazie allo stellone ancora a nessuno è venuta in mente l’istituzione della tessera annonaria. A Castello siamo arrivati a 21 contagiati, di cui 4 guariti e uno deceduto. Qui siamo un po’ più bravini rispetto ai lombardi. Come tutti, ora ci attende una tre giorni senza un cazzo da fare, credo sia il momento di mettermi a leggere Proust. Agone, felice come una Pasqua, dopo che gli avevo chiesto OV, Playmen e Le Ore, mi ha annunciato l’arrivo De Il Grande Romanzo dei Vangeli di Corrado Augias, glielo ho lasciato, tanto con gli spoiler ricevuti negli anni del catechismo so già come finisce.

20 pensieri su “Quarantena 28

  1. Ricordo un librino comicissimo di Terzoli e Vaime intitolato: Amare significa. Storia d’amore all’italiana.
    Leggevo e mi sbracavo dalle risate.
    E la cosa fantastica è che alla fine, dopo un finale lacrimoso(era la parodia del celebre Love story) c ‘era la possibilità di un paio di finali diversi, col tratteggio delle forbici, per eliminare quelli non graditi…
    Magari il libro di Augias è così… che ne sai?

  2. la botta d’immaginazione l’ha avuta la mia quattrozampe per la quale domattina dovrò ritornare dal veterinario per un’altra flebo…quasi quasi me ne faccio fare una anch’io con la soluzione al barbera, hai visto mai che dopo veda tutto con occhi diversi… già però dopo non sarei lucida da godermi viaggio e vacanza in polinesia su google earth, vuoi mettere, viaggio gratis, senza bagagli col pediluvio in una tinozza mentre infogno un magnum fondente… che volere di più dalla vita ? ah già…un lucano! 😀
    ( delirium tremens )

  3. Buona Pasqua. Nonostante tutto. Un abbraccio. A distanza, tranquillo [anche se a Massafra abbiamo meno di una decina di contagi e la provincia è quella meno colpita di Puglia…sarà che il virus ha annusato l’aria ex-ilva e se ne sciùt 🤣 (trad.’se ne è andato’)]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.