Gioielli Rubati 79: Lucia Triolo – Giorgio Stella – Marco G. Maggi – Paolo Beretta – Barbara Auzou – Youleisi Cruz Lescano – Anna Maria Spalloni – Maria Allo.

I peccati

I peccati indossano calze
trasparenti e
parlano di freddo ai piedi
Credevo di averli raggiunti
agguantati per le caviglie
Sbagliavo
Mi ero imbattuta in gambe furiose
sui piedi di un’altra
in bilico tra falcate di peccati teneri
appena nati
incapaci di parole cocenti
I miei erano
senza più parole
a togliersi le calze roche
che indossavo ieri
mentre ti sposavi

mentre io
mentre
io

di Lucia Triolo, qui:

Poesie

*

I

Casca albino, casca sulla caratura di bronzo
Che la betoniera passa –
Altre luci altrove tra Nizza e Berlino
Vendono un litro di latte al costo di un tallero
Di prezzo di mercato in fiera e tutte
Le botteghe sbattute via dal vento,
tutte le locande in fumo compresa quella dell’orso

Dopo la notte il giorno dopo
il tribunale ti lascia decidere se uccidersi o ammazzare
ma le conchiglie tricolori a sonagli erano distribuite, bene,
tra il corso della storia e la vettura del nulla –
niente prosegue se tutto passa

Un ricamo organico un tempo di biglie e uova di pesce
poi i punti per raccogliere i buoni da rivenderli
come [ocre latino in lover…]
la facciata bianca pittata a viola di seme di coca-cola
quanto basta al regime del reame l’arca della sfinge

Alla medesima reciproca una vivanda è netta e moltiplicata –
Chi camminò sulle acque, sante, volò
le reti a picco nell’arco delle nevi –
tutti sapevano il niente di nessun miracolo
con la costola in spalla la sabbia come neve
della palla capovolta

Il concime era di rango fresco ma i guanti bucati
E la resistenza non poteva contenere la misura –
dietro le lapidi i pifferi dei vasi o il polpo
di china reso vetrina in specchio –
tronco di mura siderali
quante foglie il coccio?

Passa stridente la baita albina la [cocca-arancio] picchia della
Stufa di Bellezza come quando muove il sinistro
Persico all’avamposto spezzato
Nella legna della militanza incensa

Fuori peccato di siero si muove s p e z i a
Nella baita con la le castagne nelle
Foce del naso e le tette grosse
Con le macchinette al cuore che tra
Un secondo all’altro da questo mondo
L’altro accade sieropositivo alla pipa di costume

Non sono demoni hanno spacciato la colla
Di cocco per regno e suo teatro:
la scena l’aveva pittata una girandola
loco-stagione e perché? perché il collo
dell’utero è il glande della melissa –
uva, passa, passa uva che la frutta sbattuta
alla mensa del carnevale getta i semi
se li ha da dare agli oceani

di Giorgio Stella, qui:
https://rebstein.wordpress.com/2020/02/12/incantagione/

*

Una domenica uggiosa

Una domenica uggiosa
senza costrutto
dove nulla si mobilita
e sembra avere un senso

Al binario della stazione
un’anziana signora
bassa e tracagnotta
con una grande borsa
corre penosamente
verso il treno in attesa

Due ferrovieri mi sfiorano
parlando di campionati da vincere

non c’è null’altro da segnalare
nessun movimento ulteriore
prima del lunedì.

di Marco G. Maggi, qui:
https://mandolinom.wordpress.com/2020/02/09/una-domenica-uggiosa/

*

Somewhere

Sei come la sabbia
sotto le ciglia austere dei palazzi.
Capita spesso a Parigi
per questo la amo.
E amo te
la tua assenza
le mie origini contadine.
So di poter tornare a casa
se voglio.
Fai in modo che questo non avvenga.

di Paolo Beretta, qui:
https://uncielovispodistelle.wordpress.com/2020/02/15/_somewhere/

*

Sull’inguine dei precipizi

Nella nostra lotta classista e autonoma
Dove siamo uno, siamo il doppio
Per interpretare una lingua incerta
Palinsesto di sabbia per voce
Per gli occhi il solo problema
Di un giardino con i suoi passeri dell’estremo
E dire che avremo coltivato fiori
Sull’inguine riconoscente dei precipizi

di Barbara Auzou, qui:
https://lireditelle.wordpress.com/2020/02/17/a-laine-des-ravins/

*

SE L’AMORE È TUTTO NELLA VITA

Se l’amore è tutto nella vita,
vorrei conoscere la vita
sulla radice di una passeggiata,
nella cronaca che parla della morte
delle ali,
nel libro in bianco
dove cantano cose
con parole che non conosco,
nella chiave arrugginita che piange
nella mia serratura.
Se l’amore è tutto nella vita,
credo di avere una rivale temibile
perché non credo che sia possibile
che la vita sia tutto nell’amore.
Senza reciprocità il dolore
è un argomento di conversazioni
di quelli che cercano emozioni
in amori a senso unico.
Se l’ amore è tutto della vita,
io ho imparato tutto sulla vita
in un libro senza pagine, senza lettere
e senza nome…
Ho imparato tutto sulla vita
lasciando andare in voli i miei passeri
che non sono più tornati…
Vedo due ali che si allontanano.

di Yuleisi Cruz Lescano, qui:
SE L’AMORE È TUTTO NELLA VITA / Poema de Yuleisy Cruz Lezcano

*

Ho comprato un paio di scarpe con il tacco 12,
ma si sono scollate dopo due giorni
ho visto un film efferato
lui alla fine lo ammazza di botte sulla faccia
lui era molto bello e balbuziente
l’ammazzato per niente.
la vita è il frutto di una serie di implicazioni
forse non dovevo..
le scarpe con i tacchi non si addicono alle runners

di Anna Maria Spalloni, qui:
https://www.facebook.com/anna.spalloni?__tn__=%2Cd-b-R&eid=ARA4p5lOZbItlRMCxNbPNVapK4hXa2Zl8gsy_V4lC3O0YLko9IYU6Xwg6tim-1mLBtLC1Bu78W3wlIRI

*

Il Vento del Sud

Il vento del Sud ha l’assorta pazzia
e la compassione delle bestie
che infuriano nel bosco.
Si avventa sulle mie sillabe e sanguina
come la sorgente sotterranea
delle mie cento pelli.
Vedi, sul mare e nell’aria prosciuga
la terra e queste erbe sulle frane
hanno il fiato di fendenti consumati
sulle zolle del futuro.
In ogni fibra la ferocia
cresce in verticale
ma tra noi è dialogo pacato
più antico di un amore secolare

di Maria Allo, qui:
https://nugae11.wordpress.com/2020/02/13/il-vento-del-sud/

****************************************************************************************************

12 pensieri su “Gioielli Rubati 79: Lucia Triolo – Giorgio Stella – Marco G. Maggi – Paolo Beretta – Barbara Auzou – Youleisi Cruz Lescano – Anna Maria Spalloni – Maria Allo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.