Ascolti amArgine: Don’t fence me in (1934) Versione di David Byrne (1990)

Un brano di Cole Porter ripreso in una miriade di cover. Originariamente scritta nel 1934 per Adios, Argentina, un film musicale mai realizzato dalla 20th Century Fox, “Don’t Fence Me In” era basata sul testo di un poeta e ingegnere del Dipartimento delle autostrade di Helena, Robert (Bob) Fletcher. Cole Porter, al quale era stato chiesto di scrivere una canzone sui cowboy per la 20th Century Fox, acquistò la poesia da Fletcher per la somma di 250 dollari.

NON RINCHIUDETEMI

Wildcat Kelley, stava a fianco dello sceriffo,
sembrava molto pallida
E quando lo sceriffo disse “ti manderò in prigione”
Wildcat sollevò la sua testa e pianse

Oh, datemi della terra, molta terra sotto cieli stellati
Non rinchiudetemi
Lasciatemi cavalcare attraverso l’aperta campagna che amo
Non rinchiudetemi

Lasciatemi libera,
Lasciatemi cavalcare la mia vecchia sella sotto i cieli dell’ovest
Lasciatemi vagare laggiù fino a che vedrò le montagne che si elevano
Voglio cavalcare fino al crinale dove inizia l’ovest

E fissare la luna fino a perdere i sensi
Non posso fissare gli ostacoli e non posso stare rinchiusa
Non rinchiudetemi

Wildcat Kelley, di ritorno in città
Stava seduta a fianco del suo ragazzo
E quando il suo ragazzo le disse “coraggio, mettiamo su famiglia”
Wildcat sollevò la testa e pianse

Non rinchiudetemi
Lasciatemi sola nella brezza serale
Non rinchiudetemi
Lasciatemi libera

Voglio fissare la luna fino a perdere i sensi
Non posso restare rinchiusa
Non rinchiudetemi

TESTO ORIGINALE

Wildcat Kelly, lookin’ mighty pale
Was standin’ by the Sherriff’s side
And when that Sherriff said, “I’m sending you to jail”
Wildcat raised his head and cried

Oh, give me land, lots of land under starry skies above
Don’t fence me in
Let me ride through the wide open country that I love
Don’t fence me in

Let me be by myself in the evenin’ breeze
And listen to the murmur of the cottonwood trees
Send me off forever but I ask you please
Don’t fence me in

Just turn me loose, let me straddle my old saddle
Underneath the western skies
On my cayuse, let me wander over yonder
Till I see the mountains rise

I want to ride to the ridge where the west commences
And gaze at the moon till I lose my senses
I can’t look at hobbles and I can’t stand fences
Don’t fence me in

Wildcat Kelly, back again in town
Was standin’ by his Sweetheart’s side
And when his Sweetheart said, “Come on, let’s settle down”
Wildcat raised his head and cried.

Oh give me land, lots of land etc.

6 pensieri su “Ascolti amArgine: Don’t fence me in (1934) Versione di David Byrne (1990)

  1. Pingback: Ascolti amArgine: Don’t fence me in (1934) Versione di David Byrne (1990) — almerighi | l'eta' della innocenza

  2. Molti anni prima che io nascessi, quando questa canzone fu registrata. Curiosa storia di come la canzone è passata attraverso una poesia. Musica e testi per godersi la mattinata. Ho iniziato la mia settimana con buone vibrazioni musicali. Grazie Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.