negli occhi di Natale

tutta una dioteca d’imbecilli
sempre pronti a non fare caso
al loro peggiore aspetto,
che non sanno nemmeno
quando una sigaretta tira l’altra,
ed è pulita,
non fa peggio di un conto in rosso
un lavoro nero
la verde età

tutti in paese
hanno perduto qualcuno in guerra,
durante la pace i più,
il buon cinema non li seppellirà,
o un mandare a memoria
tutti i numeri di scontrino
per la lotteria prossima ventura,
scarnirsi il petto
per le ossa prima del cuore

e gli assassini, perfetti
nei loro completi blu avveniristico,
unici dotati di buona memoria
seguitano a suicidare artisti,
perché il profitto
passa per le banane
e mai, giammai!, per il talento
e meglio passarci sopra, investire,
col risultato che cambia ancora

le luci brillano
negli occhi di Natale

14 pensieri su “negli occhi di Natale

  1. L’avesse dipinta a natura morta, la banana, nessuno se la sarebbe filata. Bisogna dire che, se non c’è sostanza organica che si decomponga, ormai si crede che sia tutto solo virtuale.
    non ci deve lasciar disorientare: una banana o la si mangia o la si dipinge. La terza è quella di lasciarla marcire a concime o a piacere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.