Dal fondo

Con quale compassione
Povero bambino – dicevano,
figlio dello sciagurato di suo padre,
dal pulpito di un pensiero pigro
d’ossa bianche?

Vissute vite indigenti,
colpevoli, da soggetto smarrito,
non buone, dal fondo
di un romanzo verista ma,
come tutti,
ho saputo ammalarmi, crescere,
diventare uomo sbagliato
di ogni donna incontrata.

Fin dal capire,
ho amato il mio bel nome
così ben definito,
facile da storpiare;
ma non ho mai detto quanto fosse bella,
vero abbraccio,
questa città durante il dopoguerra.

6 pensieri su “Dal fondo

  1. Le persone sono pronte a indovinare il futuro delle persone, specialmente quando dicono “un tale bastone, una tale scheggia”. E a volte non si sbagliano. Soprattutto quando il fondo è più alto. Una buona poesia di Flavio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.