Gioielli Rubati 59: Anna Leone – Daniela Cerrato – Vicente (Tin) Vives – Erospea – Gabriela M. – Beatrice Orsini – Alexandra Bastari – Francesco Giovanni Bissoli.

Presagi.

Sbava la costa,
un vento umido muove il canneto,
sale la querula nenia dei gatti,
trema il glicine sul muro

Conversano le case,
con le poche luci della notte,
rotolano passi sconosciuti sulla strada,
s’aprono lunghe forre
di lugubri parvenze.

Il passo lontano è un agguato,
un indugio, una fuga…

Si torce l’anima
da dietro i vetri,
come nei giorni d’assedio,
vilmente attorta a un filo di speranza.

Se ne dirà domani,
ne leggeranno gli scampati.

Che non è neppure detto;
si muore anche così,
poco a poco,
nel presagio d’altre morti

E non è neppure così scontato,
un nuovo cielo di sole, domani

*

un buon inizio

Apri la finestra e inspiri del mondo
un microscopico soffio, indaghi la porzione
di cielo, lo spazio al di sotto, la luce
accecante esplode nel suo ruolo d’impatto,
maniacale quest’abitudine di tastare
temperatura di primo mattino, tanto cambierà
C’è già un gran da fare tra i colombi
che non tacciono nemmeno col fracasso
di una moto che smarmitta prima di partire,
ancora i panni stesi da levare, posticipo
l’evento, ora mi accontento con un caffè
e qualche meliga al cioccolato, almeno
la domenica mi prendo un po’ di fiato
e non programmo, strada facendo si vedrà,
il settimo giorno non va calcolato.

di Daniela Cerrato, qui:
https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/2019/09/29/un-buon-inizio/

*

L’anima mi si spezza

Anche il tuo nome cade a pezzi
la voce, il tempo, io stesso, ciò che voglio,
e con il tuo nome uccelli e cielo,
e terra della mia terra, e acqua e aria.

Attraverso i tuoi occhi una preghiera, un sogno
perché vivo per te e lo sai.
E per amarti così tanto, e per amarti,
Tutto ciò che non voglio e ciò che voglio.

Niente sembra sufficiente e tutto è così piccolo
Se non ti avessi vicino e senza il tuo nome
Non c’è niente e nulla rimane.

E mi svuoti così tanto che non c’è più uomo
così povero, così traballante e talmente solo
che l’anima mi si spezza.

di Vicente Vives, qui:
https://poesiainstante.wordpress.com/2019/09/28/el-alma-se-me-quiebra/

*

27/9/2019.

Mentre dimentico verranno a prendermi. e porteranno via la pace dell’oblio. [Se
non scrivi storie la fine è lontana; la parola a tacerla si fa più ostile.] Mentre
dimentichi verranno a prendermi, la parola tacendola d’ostinazione. Intanto non
tornano, loro e la pace, d’ostinare il vento in segni senza simboli, incrociando le ali a
una distesa d’orizzonti; ed io restando, muta, e la parola […] Fa un bel vento oggi,
colmo di luce: certe frasi, comprensibili a tutti, e il mistero che fa.

di Erospea, qui:
https://erospea.wordpress.com/2019/09/27/27-9-2019/

*

Fantasia d’autunno

Indugio nei tuoi sogni
come autunno tra gli alberi
sospiro di foglie sui fianchi
un grillo piange disperato
pianoforti tossiscono vecchie rapsodie
i tuoi occhi vedono un altro me
persuasione
fantasia

di Gabriela M., qui:

autumn fantasy #poem #poetry

*

Non sono mai stata certa del mio essere donna.
Né i segni prestabiliti dall’anatomia,
né mia madre sono stati in grado
di garantire il vero verso della corrente.
Scrutavo tra le mie gambe, aspettando
che dal clitoride spuntasse un sesso nuovo.
Soltanto dalle bambole
nascevano bambole ancora
senza parto e senza dolore.
Una vite nella pancia, un segreto in prestito
coincidere con la domanda mai con la risposta.

Troppo presto qualcosa
si è rotto nello specchio.

di Beatrice Orsini, qui:
https://www.facebook.com/beatrice.orsini.1848?fref=gs&__tn__=%2CdC-R-R&eid=ARCxO3gHkO8UDlG1ucJ0JzCn6hPbNSmgLGLnHH17BWn1QqFCJK6D5PlXbAQPbev-H-bUyKSjfzBufbNT&hc_ref=ARRla_RV3mUjoNlKo2GU64nf8pmNQ4rmxEbe6tjLcpcs0kIWrSjxu20Yok_qrdrCBcc&dti=631075036909087&hc_location=group_dialog

*

FAME

Io non so perché i gatti miagolino alle porte chiuse
perché proprio alle porte chiuse
senza sciocchi decori – quella è fame
riempirsi è estrema cura
con dolcezza cullarsi il graffio
delle gole secche.
Io mi vergogno di aver avuto fame
di fame aver pianto
io mi vergogno delle porte;
che mi bruci in bocca solo una fiammella di vita appresa
anche oggi ho un giorno in più
da gatto sazio,
tornami al presidio con una bella coda
farmi da guardia
leccarmi il pelo
proteggermi – a poco a poco
pure perdonarmi.

di Alexandra Bastari, qui:
https://alexandrabastariscrive.wordpress.com/2019/10/02/fame/

*

Nel tuo nome

Ricordi? Su quegli scaloni antichi del liceo
Tu davanti al quadro di Renoir
Le mie mani fra i tuoi capelli
E le sere nella città antica.
Poi il viale della stazione
Fumoso di lacrime.
Oh! Il tuo profumo
Ancora a frangere il cuore.

A Denise A R.

di Francesco Giovanni Bissoli, qui:
https://fr180.wordpress.com/2019/09/26/nel-tuo-nome/

****************************************************

21 pensieri su “Gioielli Rubati 59: Anna Leone – Daniela Cerrato – Vicente (Tin) Vives – Erospea – Gabriela M. – Beatrice Orsini – Alexandra Bastari – Francesco Giovanni Bissoli.

  1. la lettura di “Presagi” mi ha riaperto intime visioni di un periodo cupo…grazie per l’accoglienza e l’ottima compagnia. Il link di Beatrice Orsini non mi si apre, peccato, avrei voluto leggere altro ( con più tempo cercherò di rintracciarla in qualche modo) Buona domenica Flavio e anche a tutti gli autori

  2. riesco a leggere solo ora, e mi viene la risposta alla solita domanda che chiede se serve la poesia… non serve, non serve niente, la poesia è questo leggere contemplando ogni volta una rivelazione… grazie a te, Flavio, e a queste voci belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.