ascolti amArgine: A salty dog – Procol Harum (1969)

I meno piccini la ricorderanno quale sigla della trasmissione “Avventura” della TV dei Ragazzi sull’allora Canale Nazionale Rai, oggi Raiuno. E’ rimasta una bellissima operina d’arte, gioiello senza tempo. Un gran testo di stampo melvilliano.

UN LUPO DI MARE

“Tutti in coperta, stiamo andando alla deriva!”
ho sentito gridare il capitano
“Esplorate la nave, sostituite il cuoco:
che nessuno se ne vada vivo!”
Attraverso stretti, oltre Capo Horn:
quanto lontano possono volare i marinai?
Un percorso contorto, la nostra tortuosa rotta,
e nessuno sopravvive.

Abbiamo navigato in luoghi sconosciuti all’uomo
dove le navi vanno a morire
Nessuna nobile cima, nessuna audace fortezza,
può essere paragonata all’occhio del nostro capitano
Al settimo giorno di mal di mare
abbiamo deciso di sbarcare
Una spiaggia così bianca e un mare così blu
un posto per niente mortale.

Abbiamo usato le armi, bruciato l’albero maestro
e remato dalla nave alla riva
Il capitano urlava, noi marinai piangevamo:
le nostre lacrime erano di felicità
Ora molte lune e molti mesi di Giugno
sono passati da quando sbarcammo
Un lupo di mare, questo diario di bordo:
il tuo testimone, la mia stessa mano

TESTO ORIGINALE

“All hands on deck, we’ve run afloat!”
I heard the captain cry
“Explore the ship, replace the cook:
let no one leave alive!”
Across the straits, around the Horn:
how far can sailors fly?
A twisted path, our tortured course,
and no one left alive.

We sailed for parts unknown to man,
where ships come home to die
No lofty peak, nor fortress bold,
could match our captain’s eye
Upon the seventh seasick day
we made our port of call
A sand so white, and sea so blue,
no mortal place at all.

We fired the gun, and burnt the mast,
and rowed from ship to shore
The captain cried, we sailors wept:
our tears were tears of joy
Now many moons and many Junes
have passed since we made land
A salty dog, this seaman’s log:
your witness my own hand.

6 pensieri su “ascolti amArgine: A salty dog – Procol Harum (1969)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.