ecco tutto

Non smetto di essere spudorato,
di mostrarti i miei muscoli vocali;
la pazienza violenta
pronta a spazientire:
senza te non potrei più respirare.

Una profonda fondazione
ammirare senza lasciarlo intendere.
Amore. Batte in ritirata
il tempo necessario al primo bacio
da sempre voluto.

Voler bene
a ogni singola goccia di destino,
ogni tormento,
ogni notte,
lasciandoli passare.

Infine s’alzano gli occhi, i nostri,
tormenta elettrica, vigilia di pioggia:
ecco le mani,
ecco tutto, amore

Perché, credo, non ci sia più una netta demarcazione tra noi. Io, certamente, sono Te.

20 pensieri su “ecco tutto

  1. Bentornato, Flavio.

    L’ho sentita così a fondo, così tridimensionale dentro i ventricoli, da aver avuto brividi e pelle d’oca: sprigiona magia, amore, anima ed elettricità in tempesta da tutti i pori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.