Terra di Nessuno

Augusta Liszt
ha una molecola tatuata
sulla terra di nessuno
tra spalla e seno.
Ada ha un sorriso docile.

Una bambina bionda
le pende dal fianco.
Il cappello di paglia
lascia intuire un paio
di possibili destinazioni.

Oggi, troppi
hanno avuto la stessa idea.
Concreto il peso di luoghi
da cui si vorrebbe
allontanare ogni altrove.

Di questo sasso,
dove il sole splende
più del consentito, dove
si lavora, spendendo male
spazi mancati.

L’uomo scende dalla Luna.
Ada muore in acqua
e va in vacanza.

3 pensieri su “Terra di Nessuno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.