Becco di rondine

Memorizzare, puntare
l’ora appesa al portone.
Un bacio in ascensore
dov’è gloria una carezza
su madonnine tatuate,
disegnate col compasso.

L’umidità appostata
cecchina sui tetti,
e sulle circostanze
di un piacere rappreso,
risentito.
Fragilità estrema
è la bellezza dei capelli.

Lei è forme d’attrice,
mani forti, fragili a volte.
E’ un caffè.
S’accendesse a modo
il becco di rondine
mezzo assopito.

10 pensieri su “Becco di rondine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.