Lo specchio e il mare

Scherza qualcosa, ma non è bellezza
lo specchio muto abbandonato
alle correnti cieche, maldisposte
e pronte a trascinare
ogni tratto abbiano placcato,
e ricordo di qualsiasi occhio,
in fondo al nero
del mare aperto
dov’è silenzio nudo, non c’è parola.

Non esiste ritornello,
chi ne scrive ancora sia ghigliottinato.
Perché fatica non è nome di persona
ma ogni giorno è qui.
Quando il mare è biondo
qualcosa non è andata bene,
e non fingete innocenza
che la coscienza si sfonda:
c’eravate, c’eravamo eccome!

La veglia non ha quadrante
data e ora sconosciute.
Temo tuttavia
sia necessaria puntualità.
Trascorsa ogni marea,
infranto ogni specchio,
l’appuntamento è al mare:
ed è obbligo essere vivi.

12 pensieri su “Lo specchio e il mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.