i ratti

tutto bolle, dispera,
sopravvive, fornica,
non abita più,
mai fermo

i ratti non ci stanno,
preferiscono in silenzio
fare figli, nascondersi,
mangiare, essere mangiati

recitano preghiere
mangiano poesie
nei luoghi meno esposti.
non sanno, eppure lo fanno

ma i ratti vengono,
silenziosi come il sole
ogni notte, se apri
conoscerai il tuo tempo

lo stato dilegua liquido
in ogni fessura,
ora vorrebbe rientrare
allo stato solido

12 pensieri su “i ratti

  1. bellissima poesia, Flavio.
    The feeling captured by your words speaks so much to me. \

    And the finale it’s out of this world.

    lo stato dilegua liquido
    in ogni fessura,
    ora vorrebbe rientrare
    allo stato solido

    2+2=5 Indeed. Your creativity goes breaks rules.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.