Ascolta & Leggi: When The Poets Dreamed of Angels di David Sylvian e un inedito di Riccardo “Sin” Mattii

Sin mi ha fatto incazzare fin dal nostro primo incontro virtuale, ma poi col tempo è sbocciato un affetto che è andato oltre la sua prematura scomparsa. Alla sua cara memoria.

Gli Arcipreti cantavano con voce di bue.*
Innalzavano un sonnolento inno al SignOre
in un latino ondeggiante,tenorile, a lettere nere.

Il loro canto era un paradosso
in quel cielo straniante
dove non pareva regnare altro
che lo specchio UsToRio del sole.

Un merlo guizzo’ da un Cipresso
sull’impugnatura stagionata di sudore
della vanga abbandonata nel quieto cHaos
della terra smossa.

Mentre i TIR cambiavano marcia
ad un kilometro di distanza,
un frettoloso,inopportuno scampanio,
un suono sfuggito, che s’interruppe all’improvviso
cosi’ come era iniziato

pensai

babbo mai piu’ mi parlerai ed io non chiedo
ma ti prometto che quando riusciro’ ad accettare il futuro
tutto questo fara’ parte di una poesia.

(per gentile concessione della sorella, Beatrice Mattii)

4 pensieri su “Ascolta & Leggi: When The Poets Dreamed of Angels di David Sylvian e un inedito di Riccardo “Sin” Mattii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.