Ascolta & Leggi: Rolling Stones Waiting for a friend – Zoe Valdés Poesie

VISIONE

Fisicamente non ci sei,
ma t’intravedo,
assopito con la bocca aperta
mentre cucino cibi italiani.
Fisicamente non ci sei,
ma t’intravedo,
scrivendo pagine definitive,
con la tua tazza, il tuo caffè
e i tuoi espedienti per farmi sorridere.
I tuoi balli volteggi su volteggi
sopra il mio tempo.
Fisicamente non ci sei,
ma t’intravedo,
passeggiando da un lato all’altro,
avvolto in una pelle
legittima di volpe.

*

SPIEGAZIONI

Stiamo sbagliando,
tu e io non ci assomigliamo,
io prediligo l’erotismo,
tu l’archetipo scritto,
la gioia dei sensi.
Tu accarezzi e fuggi,
io mi fermo e bacio.
Stiamo sbagliando,
mai siamo stati uguali,
tu sei caparbio e io mite.
Bisogna capire bene,
bisogna andare molto a fondo
in quel che insinui,
ma questo è un modo di perderti.
Il segreto è non tentare di farti restare.
Non siamo uguali, poesia,
tu abbandoni, io ardo.

*

Nelle lunghe ore

Esiste un parco per confessarci
le tue mani sono quelle di un uomo di fronte a me
che mi indica impassibile ricompensa del freddo
qualsiasi circostanza
ho il primo orgasmo repentino della notte
in mezzo alle tue palpebre io tremo
mi resta da dirti una cosa
se un altro si avvicina ho paura
delle luci di quelle automobili
sono d’’istinto paranoica
e provo disgusto di me stessa
un parco ci sta aspettando nel deserto del futuro
alcune promesse allettanti
di cercare nelle tue carte giorno e notte
e percepire nei tuoi profumi sentore d’alba
di ubriacarci e ricadere in noi stessi
decisamente risvegliarci
guardare all’indietro confidando
negli anni in cui un parco sarà il mondo.

*

La repubblica del sogno

Le persone si ritrovano
Per discutere i sogni
Poi li scriveranno
L’economia di questo paese Dipende
dall’esportazione di sogni
Ossia dalla feconda produttività
dei suoi sognatori.

*

Nel caffè Francese

Prima mi piaceva andare tutte le sere
Al caffè Francese della Bastiglia
Ma è diventato molto caro
E chiassoso per giunta
Adesso ci va gente sudicia e disordinata
Ogni mendicante sembra elegante
Vicino a loro
Sono giovani — mi dicono — è cosa loro
La moda che non è la moda
Le anziane dai graziosi cappellini
E con il mascara che oltrepassa il bordo
Delle labbra grinzose
Neppure si avvicinano al rione
Forse sono morte a una a una
O tutte in un colpo solo
Non desidero più sedermi lì
Nello sconforto di non vederle
Ciarlare sulla gioventù e la guerra
E della liberazione di Parigi
Quell’estate del 44
Sorridevano ammiccando maliziose
Ai musicisti ambulanti
E lasciavano la mancia
Indicando con discrezione il borsello
Al caffè Francese arriva gente nuova
Turiste che parlano in russo
E giovani che cantano al contrario
Non vado al caffè Francese
Non ci sono le vecchiette
La madre di un’amica
Si è suicidata a ottantasette anni
Non vorrei essere io a rimpiazzarla.

************************************

Autrice di raccolte poetiche, sceneggiature e romanzi, tra i quali annotiamo anche Il nulla quotidiano, tradotto in sei lingue, la scrittrice è ritenuta una delle personalità privilegiate della narrativa intorno ai Carabi. Con La vita intera ti ho dato, del 1996, Zoé Valdés ha vinto il premio Planeta, che l’ha imposta all’attenzione mondiale e l’ha avviata al successo.

10 pensieri su “Ascolta & Leggi: Rolling Stones Waiting for a friend – Zoe Valdés Poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.