fermoinquietudine

cambia l’aria.
ringhiava poco fa
un freddo bastardo, sul terrazzo
ora picchia un tempo incosciente

sono là, sempre fermo,
cattedrale regalata alle fiamme:
qualcosa scava una ruga in fronte,
e va dentro il cuore,
marea salata, disabituata a tutto
fuorché all’acqua e al contrattacco

se mai qualcuno si affacciasse,
scoprirebbe una tradizione,
l’abbandono

Annunci

16 pensieri su “fermoinquietudine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.