Scusami!

Scusami! Scusami!
Ripete dispiaciuta.
Sono stata cattiva. Aggiunge.
Da molto tempo non siamo più
i centri del nostro universo.

Inizio aprile da mollusco.
Dentro non ho perle.

Un treno sbagliato
mi ha portato
verso silenzi d’edera.
Interrotto dall’abbaiare stridulo
di un bastardino invisibile,
arrabbiato a priori.

Vorrei ancora abitarti l’ala
madre santa.

Annunci

9 pensieri su “Scusami!

  1. in sala parto nascono due persone: un/a figlio/a e una madre, quest’ultima aiutata bene o male dalla natura nel suo ruolo. Padri, invece, lo si diventa con maggior difficoltà…Genitori e figli crescono insieme e reciprocamente donano e acquisiscono, danno e pretendono…ma, su tutto vale la parola del filosofo: “quello che si fa per amore lo si fa sempre al di là del bene e del male”. Poesia molto bella. Un saluto, Flavio, e buon aprile.

  2. Ciao Flavio
    quanti errori nella vita ci fanno dire “scusami”. Sono a fin di bene ma sempre errori. Quante volte si vorrebbe tenere sotto l’ala i nostri pulcini ma devono andare e sarebbe un errore troppo grande tenerli. Non ci appartengano sono figli del mondo e vanno. Speriamo sempre il meglio e se non sarà il meglio ci sarà sempre: una spalla, un cuore, un sogno dove tornare a posare le ali e ricominciare a volare.
    Buon sabato
    Un abbraccio
    Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.