Il fascino sfinito del tempo

Ritratto non ritratto
di un ricordo in sua assenza,
un libro per passare indenne
altre mura.

Ogni condizione d’estorsione
è disonesta, tempo sfinito
senza sfogliare un’agenda.

Esistono case senza futuro.
Al netto del male, l’umano
non sarà mai più lo stesso.
Il melograno sembrò tutto spine,
lunghe come chiodi di Cristo.
La primavera mescolò i colori
col fosco nitido da Due Novembre.

Vorrei non tagliarmi le mani,
indossare una camicia nuova.
Guardala, bellissima la mia camicia,
disegno originale, il segno
sulla mano sinistra arrossa.

Annunci

19 pensieri su “Il fascino sfinito del tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.