Monto su

Madonna Santa,
ho appena scelto
casa nuova per mamma.
Mentre aspetto il treno
ne passa un altro,
sparato, che a momenti
mi si rovescia la bici.

Un merci stipato di auto nuove,
furgoni tutti bianchi.
Mi chiedo chi
comprerà tanta roba,
quanti sacrifici, cambiali,
discussioni da morirci la sera
anziché cenare.

Bestemmie da quantificare,
donne da lavorare sui sedili dietro.
Qualcuno, magari,
vorrà cambiar colore.

Arriva il mio treno.
Una giovane canta muta
con gli auricolari
conficcati in testa.

Avrei voglia di cioccolata,
di dormire, non di squadrare
tutte quelle facce indebitate.
Va bene dai, facciamo giornata!
Monto su altri pensieri.

Annunci

35 pensieri su “Monto su

  1. quando la vita gira intorno ai dolori e alle cambiali, ci mette tutti sullo stesso piano, ma non è la “livella” di Torò, perché la morte è un’altra cosa, sostanzialmente è un presente dove continuiamo a volerci nascondere dalle nostre debolezze quotidiane, proprio inscenando ricchezze da marciapiede, e siamo tutti felici, fuori, dentro non lo so…
    Bravo come sempre (!!!)

  2. “MONTA SU” è reciprocità propositiva delle cose che pedalano la vita con furore, un attimo e non era vero! Intanto nulla cambia: il fiume corre verso il letto, il treno in arrivo sul binario quattro, tra i sassi neri, ricambia finestrini e volti, al vento che tutto muove: la vita e i fiori imbalsamati sul quadro in alto a destra, dove è la fotografia compresa nel cuore della propria storia. Così la giornata fra le carezze fuori ordinanza, traghetta nel silenzio pieno, una parola ferrata e mai rimossa, mentre corre a disperdersi. “MONTA SU”, è Poesia che irretisce azioni ed emozioni e tutte le soffia, sul lettore… Complimenti, Flavio!

  3. che tenerezza quella voglia di cioccolata contrapposta alle facce indebitate di questa realtà insolvente… è come tornare nell’abbraccio della Madre… grazie Flavio

  4. Ciao Flavio
    sai quando ero giù di corda montavo in macchina e andavo da mia mamma, lì un thè lo rimediato sempre…sapessi com’era buono…non tanto il thè di per sé ma tutta la dolcezza di mia mamma.
    Comprendo😰 la tua malinconia eh sì i fiori aprono il cuore.
    Un abbraccio
    Chiara

Rispondi a almerighi Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.