Ascolta & Leggi – Il Nuotatore, Massimo Volume (2019)

Poche settimane fa è uscito un disco importante: riconcilia musica e poesia. Emidio Clementi non è nuovo a questo tipo di operazione, pensiamo soltanto alle sue ultime uscite soliste con le poesie di Carnevali ed Eliot. Ieri sera sono rientrato con il CD fresco di stampa. Il primo ascolto riconcilia, il secondo… beh, vedremo stasera, Francoforte Inter permettendo.
Qui l’esaustiva recensione di Ondarock:
http://www.ondarock.it/recensioni/2019-massimovolume-ilnuotatore.htm

L’estratto che vi propongo è ispirato a un bellissimo film con Burt Lancaster del 1968, dal titolo Un uomo a nudo ( https://it.wikipedia.org/wiki/Un_uomo_a_nudo )

Testo

Il tempo è buono
Il gin è in fresco
C’è chi sguazza in piscina
Chi conversa del più e del meno
Le mogli in vestito da sera
I mariti con le giacche di lino
Ci divertiamo a un cocktail party
Organizzato da una coppia di vicini

Viviamo qui da quando è nato Sergio
Laura aveva voglia di spazio
Di un posto dove farlo crescere meglio
Ora abbiamo anche noi una villa e un giardino
E una piscina circondata di siepi
Simile in tutto a quella dei vicini

Così nel mezzo del rinfresco
Mi spoglio allegro
Ed entro in acqua
Deciso a tornare a casa
Una vasca dopo l’altra
Chiedendo il permesso ai vicini
Mi lasceranno di sicuro entrare
Li conosco uno a uno
E li considero tutti dei buoni amici

Ma all’improvviso il tempo cambia
Comincio a sentire freddo
Come se l’estate se ne fosse andata di colpo
Come se tutto quello che avevamo fosse andato perso
Le piscine che attraverso
Sono vuote
Sul pavimento s’è accumulato uno strato di foglie
E la gente che fino a ieri
Mi invitava a entrare
Ora mi nega il saluto
Come se le avessi fatto qualcosa di male
E quando arrivo finalmente a casa
La trovo abbandonata
I vetri rotti
La porta sfondata

A volte immagino il mondo
Coperto da un velo
Che nessuno ha il coraggio di scostare
Per vedere cosa c’è dietro
Nemmeno io lo volevo
Ma poi s’è alzato il vento
E quello che non osavo scoprire
Ho capito che era peggio di quello che temevo

All’improvviso il tempo cambia
Comincio a sentire freddo
Come se l’estate se ne fosse andata di colpo
Come se tutto quello che avevamo fosse andato perso
Le piscine che attraverso
Sono vuote
Sul pavimento s’è accumulato uno strato di foglie
E la gente che fino a ieri
Mi invitava a entrare
Ora mi nega il saluto
Come se avessi un conto da pagare
E quando arrivo finalmente a casa
La trovo abbandonata
I vetri rotti
La porta sfondata

Annunci

3 pensieri su “Ascolta & Leggi – Il Nuotatore, Massimo Volume (2019)

  1. Per quanto mi riguarda quella su Carnevali è inarrivabile. Gusto personale, ovvio!
    In ogni caso la levatura musicale e artistica che li connota è di grande livello.
    Grazie

Rispondi a almerighi Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.