finto oro

Dalla matita grassa
di uno scribacchino
scaturirono dieci stupidi centesimi.
Sembrarono oro al finto mendicante,
e li raccolse.
Una donna vestita di nero,
consapevole, mostrava la nuca bianca,
tenera, orgogliosa,
distratta dalle sue stesse parole.

Li chiamai Italia.
Corrosa dalle sue stesse parole,
perde ogni giorno un po’ di onore
e amor proprio. Fida nella legge del ciarlatano.
Sono certo che il suo violoncello
abbia ancora le mestruazioni.

Credimi, non si ama un uomo per lui stesso,
ma lo si ama contro un’altra donna.

Scrisse Nemirovski.

Credimi, non si ama il proprio paese
e il proprio dio, lo si ama contro
un altro paese e un altro dio.
Aggiungo.

Tutti i padri della patria, statisti,
i portaborse, da Camillo Benso a oggi
vengano trascinati in campi di lavoro
e rieducati, ai lavori forzati, condannati tutti
per assenza di lungimiranza.
Niente sogni, ma ricorrenti misure urgenti
a sostegno di, con cui hanno portato fin qui
il paese. Guarda le italiane come sono belle,
sterili, infelici. Continuano a essere giovani,
a non avere uomini.

Lo sono stati invece i padri del mendicante,
lo hanno concepito da soli, cresciuto,
assieme alla violoncellista con l’auricolare,
e alla monetina in finto oro.

Annunci

16 pensieri su “finto oro

  1. Ciao
    chissà cosa c’è nell’aria: forse manca una guerra o una lotta civile, per capire cosa vuol dire amate il prossimo? Siamo arrivati a tanto?
    Ci stanno, piano piano ignettando nubulosa di odio, egoismo e solitudine.
    Sono però le piccole cose che danno la spinta per cambiare, anche questo tuo scritto, molto bello.
    Un abbraccio
    Chiara

  2. Lo sai che ti superi, di volta in volta? Mi piacciono ogni volta di più. Il “finto oro” esprime il concetto che avevo provato a esprimere con la “vena surrealista”, in parte, ma non solo in Bla bla bla: mi sembra d’averne scritta un’altra, molto tempo fa, in cui c’era pure la monetina, ma non l’oro – non ricordo, ora. E compimenti, inoltre, le statistiche: meriti tutti i tuoi visitatori. :-*

Rispondi a chiaramarinoni Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.