ascolti amArgine: Vittima di poeti e cantastorie con due canzoni sulla Luna (PFM e Sergio Caputo)

Vittima di poeti e cantastorie

Luna di badanti, ostetriche, santi,
navigatori. Bisbetica mai doma:
Luna messa di traverso
sui campi di battaglia
a tumulazione avvenuta.
Luna storta,
vittima di poeti e cantastorie.
Luna delle notti
in cui volevo studiare
e mi prendevo in giro.
Luna di turnisti, quando intorno
è tutto profumo di tiglio e calicanto
o del pane prossimo a venire.
Luna calpestata dagli americani,
dove si vedono ancora impronte
di un piccolo passo e niente più.
L’Umanità è sparita.
C’è sempre una Luna, gira intorno
ma non ci fa più caso.
Intanto il mondo immobile
capisce, specie di notte,
di non saperne fare a meno.
(Flavio Almerighi)

TESTO SPICCHIO DI LUNA — SERGIO CAPUTO

Piccoli sogni in abito blu
ammiccano discreti
dall’insegna di un locale mentre tu
mi proponi discoteche inquietanti
e amici naïf…
Io speravo in un incontro galante
cheek to cheek.

Spicchio di luna, ormai,
non navigo più da molto tempo
in quelle stesse acque tempestose dove tu
mi trovasti tanto male in arnese
da scappare via ,
no non voglio abbandonarmi ai ricordi tuttavia…

Ne approfitto per fare un po’ di musica
tra mezz’ora domenica sarà,
tra juke-box, marciapiedi e varietà
spicchio di luna questa notte come va?

Ne approfitto per fare un po’ di musica,
nell’ipotesi che mi ascolterai
tra le stelle e i lampioni, non saprei, spicchio di luna questa notte dove sei?

Cantami o Diva
di quello che vuoi…
magari non gridarmi nelle orecchie
mentre suono Jumpin’Jive.
Ti ho cercata in tutti quanti gli alberghi
di questa città.
Ora fa che sia bello ritrovarti
proprio qua…

Ne approfitto per fare un po’ di musica,
Tra mezz’ora domenica sarà…

*

Testo Bianco E Nero — P.F.M.

Luna Nuova, luna d’aprile
che cosa fai nel mio cortile
luna sottile che tagli la notte
entra in casa a dormire

Ma come mai? Luna pigra
ti alzi tardi e stai a guardare
mi vieni vicino come quando abbracci il mare

e ti lasci toccare…..

Rotoli nel cielo
bianca dentro nero

Lontana e grande, luna piena
come una madre che aspetta serena
ma la terra di oggi sempre meno sicura
per il suo figlio ha paura

Domani si vedrà come andrà a finire
ubriachi di parole e troppo poco di vino
come puoi vedere
qui ci diamo da fare
finiremo cosi usando le fionde se vivremo domani torneremo alla mani
duemila anni di guerra non han fermato i figli
di questa terra

bianca dentro nero

Rompersi la testa per sapere se è bene
arrivera all’ultima festa
come puoi vedere
una voglia ci resta
mettere l’azzuro sul grigio di una strada
e provare a sentire il rumore del mare
duernila anni di guerra
non han fermato i figli
di questa terra

Luna Nuova, luna d’aprile
mi trovi sveglio nel mio cortile
luna sottile che tagli la notte

*******************************

Annunci

3 pensieri su “ascolti amArgine: Vittima di poeti e cantastorie con due canzoni sulla Luna (PFM e Sergio Caputo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.