Tre Sorrisi (da Coscienze di Mulini a Vento, 2007)

(Un nuovo estratto dal mio libro dimenticato)

Ho visto quel che non si vede,
ma non esiste ciò che ho visto.

Una brace illumina e ombreggia
volti sconosciuti che inseguono l’aurora
muovendo ai lati d’una scacchiera in stallo.
Chi sono io?
Non dovrei chiedermi,
ma sembro il sorriso scoccato dal palco
di un teatro mai aperto.

Potrei nascere dalla tomba
e raggiungere, camminando, mia madre
per rinfrescarle in viso il gelido make up,
ripensare seriamente al volo.
Sorrido. Soltanto il desiderio
rifà profilo alle cose,
tutti sono ritorni.

Che sia riagguantare lo sfuggito
con il morso di un cavallo scosso,
che sia su strade poco illuminate.
Chi sono io?
(altro sorriso)

Amarsi è l’incontro con qualcuno
che sappia rompere il silenzio.

Annunci

10 thoughts on “Tre Sorrisi (da Coscienze di Mulini a Vento, 2007)

  1. Là poesia tratta dal tuo libro, che non ho ancora letto, è commovente.
    PS. la tua introduzione nei miei racconti ha avuto successo. Ne ho venduti 200 e altrettanti dati in omaggio(gradito) ai nostri clienti in occasione delle feste di Natale. Grazie infinite. 🏡

  2. Ho visto quel che non si vede/ma non esiste ciò che ho visto…Bastano questi due versi a disintegrare l’invisibile e oltrepassare la morte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.