il livello del mare

Dolcezze d’ufficio
per amori lasciati a mare,
quando spancia sugli scogli
e va in mille pezzi.

Ho fatto poesie magnifiche
le ho scordate tutte,
non sono cambiato molto
solo si è alzato
il livello del mare.

Colombi coperti di nebbia
o qualsiasi cosa siano,
finirà anche il ricordo,
riprendono dopo pranzo
a scaldare i tetti.

14 pensieri su “il livello del mare

    • Grazie Paolo, siccome vengo accusato di lanciare messaggi subliminali attraverso i miei brani, anche quello precedente, tu ne cogli? O sono solo cazzate? Intanto ti auguro un 2019 migliore.

      • Auguri anche a te Flavio. Buon 2019.
        Sinceramente non leggo e soprattutto non vorrei leggere messaggi subliminali o diversi da quelli che colgo attraversando i tuoi versi. Atto che compio prescindendo da una conoscenza dell’autore che in fondo va solo lievemente oltre la pagina scritta (cartacea o virtuale).
        Inficerei, perderei il senso. Andrei contro la definizione stessa di poesia, a mio avviso. E’ così con tutti i poeti che leggo nella “blogsfera”. Per me leggere i tuoi, i vostri versi oggi (che potrebbero essere stati scritti mille anni fa) è come aprire una pagina a caso di un libro e provare a introiettare, filtrare attraverso di me (non potrebbe essere altrimenti) ciò che l’Autore ha voluto distillare. Forse vado da tutt’altra parte rispetto le reali intenzioni dell’Autore (di cantonate ne prendo tante), ma poco male. E’ parte del gioco.
        Poesia per me è distillato, anche quando si riferisce a un preciso contesto sociale, a un fatto di cronaca, ecc. Un distillato è universalità prodotta da quanto di più intimo e soggettivo possa esistere, come l’animo di un poeta. Un paradosso perfettamente concreto e reale, imprescindibilmente connaturato all’atto di portare il pensiero e la parola sulla carta e farlo leggere a un estraneo, a un lettore.

  1. Ciao Flavio
    mi piace questa foto in bianco e nero molto nostalgica.
    La vita cambia e si alza il livello del mare ma quando si è onda non si perde l’essenza, si continua sempre a scrivere e …meno male!
    Piaciuta!
    Un abbraccio
    Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.