ascolti amArgine: Betty Lonely – Vic Chesnutt (1995)

Lo stile di scrittura di Vic Chesnutt trae radici da fprme molto marcate espressione poetica. Conosceva molto bene i lavori della poetessa inglese Stevie Smith e ha registrato due sue poesie trasformandole in canzoni, compresa Not Waving But Drowning. Nella sua musica c’è un forte calore sudista, così come nel suo accento e nelle tematiche dei brani.
Il suo modo di trascinare le sillabe nel cantato, è tipicamente jazz. In effetti Chet Baker è stato citato da Vic come una delle sue influenze vocali principali.
I suoi testi, dolorosi e profondi, sono principalmente autobiografici, spesso vengono anche riportate situazioni e personaggi completamente inventati.

Vic è stato un’ombra discreta, una sorta di Pierluigi Cappello americano e con la chitarra. Ho provato a tradurmelo, spero di non aver preso troppi granchi.

BETTY LONELY

Betty vive solitaria in un duplex di stucco
Sulla riva nord del fiume salmastro
Le orecchie tralasciano il rumore di una vicina pista di atterraggio
La sua mente galleggia al di là delle barche snapper (*)

Betty Lonely, i suoi occhi verdi sono più o meno fissano
Un punto attraverso la porta scorrevole in vetro
Il suo cuore vive sopra un ponte levatoio
Il suo cervello è umido come una rete da tiro

Betty Lonely penserà sempre in spagnolo
Anche se conosco i suoi capelli neri, comincerà a svanire
Affondò il suo passato nelle saline circostanti
La sua verginità si perse sotto muschio spagnolo

Betty Lonely parla solo con suo nonno
A tutti gli altri spara
ma le sue parole si perdono in un gigantesco concerto
La sua risata secca è come un uncino

(*) barche con canna da pesca a poppa

TESTO ORIGINALE

Betty Lonely lives in a duplex of Stucco
On the north bank of a brackish river
Her ears omit noise from a nearby airstrip
Her mind floats beyond the snapper boats

Betty Lonely, her green eyes are roughly staring
At a point through a sliding glass door
Her heart lives over the drawbridge
Her brain is wet like a throw net

Betty Lonely, she will always think in Spanish
Though I know her Spanish black hair, it will start to fade
She sunk her past out in the surrounding salt flats
Her maidenhood was lost beneath the Spanish moss

Betty Lonely just talks to her grandbaby
Everybody else, she blots them out
But her words stick like a flounder gig
Her dry laugh is like a gaff

Betty Lonely lives in a duplex of Stucco
On the north bank of a brackish river
Her ears omit noise from a nearby airstrip

5 pensieri su “ascolti amArgine: Betty Lonely – Vic Chesnutt (1995)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.