Ovunque sia

Ovunque sia, proteggimi
non sono così duro e infame
non trovo più vita
nemmeno nei cassetti,
tra portafogli pieni di carta
con poche idee andate a male

proteggimi, sono ancora
lo stesso dei primi passi,
perduti tra gli ombrelloni
nel Sessantaquattro;
interprete, mai ideatore
di lune assassine

ovunque sia
lo so,
ci sei.

Annunci

40 pensieri su “Ovunque sia

  1. Sono certa che tante idee siano andate bene. La tua poesia se non altro e la generosità nei suoi confronti. Dopo la notte, l’alba ciclicamente.

  2. oserei dire buongiorno, Flavio! Ogni volta che l’essere umano si rimette a quel qualcosa di più grande di lui – su cui non si possono nutrire dubbi, anche soltanto guardando il cielo di sera, ad esempio, dinnanzi al quale siamo i puntini meno luminosi – mi viene solo da ringraziare. Ottimo inizio di settimana, nonostante le nuvole grigie.

  3. Ciao Flavio
    certamente ovunque sia, nei momenti difficili o nei momenti di grande confusione: c’è, ad ogni alba e tramonto, tra le righe ancora da scrivere e anche quando non so.
    Un abbraccio
    Buon lunedì
    Chiara

  4. Donde sea que estes, protégeme

    No soy tan dura e infame

    Ya no puedo encontrar la vida

    ni siquiera en los cajones,

    entre billeteras llenas de papel

    con algunas malas ideas

    protégeme, sigo siendo

    lo mismo que los primeros pasos,

    perdido entre los paraguas

    en los sesenta y cuatro;

    intérprete, nunca creador

    de lunas asesinas

    donde sea

    Lo se

    tu estas ahi

  5. Es una preciosidad, Almerighi. Todos necesitamos sentirnos seguros…y amados. Me encanta ese… Lo sé, tú estás ahí… ahora.
    Esa idea del momento preciso, de tener a alguién en ese momento en el que realmente lo necesitamos. Un placer leerte.

  6. Perfino trasparente anche per i lettori meno esperti come me. Una sincera fede sostiene “ovunque tu sia”, forse perché ci è impossibile pensare che non siano più attenti e pronti a sostenerci o solo cerchiamo nel loro ricordo la forza per ripartire. Delicata e preziosa.

  7. quando ci affacciamo al bordo del nostro essere, e ci sembra che oltre ci sia l’abisso, ecco, abbiamo bisogno di trovare la nostra continuità… e la cerchiamo per quello che siamo, umani di carne che cerca l’abbraccio, la cura… ovunque sia, fuori o dentro di noi, è certezza per non perderci… è preghiera, quando ci riporta al sacro che è, che siamo; è poesia, è preghiera… questa, bellissima

  8. Pingback: Ovunque sia — almerighi – Antonella Lallo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.