ascolti amArgine: This Land Is Your Land – Woody Guthrie (1940 – 1945)

Mala tempora currunt si sarebbe detto verso la metà del V Secolo. Si può dire anche oggi: recupero un brano di oltre settanta anni fa. Woody Guthrie è stato l’archetipo del cantautore di protesta, tutti gli debbono qualcosa, primo tra tutti Bob Dylan. Recuperiamo il bene della terra, perché la terra è nostra, mettiamoci insieme per far sì che i beni di tutti rimangano tali. L’esortazione contenuta in questo brano, è chiara e forte, basta leccarsi ferite e coglioni, inveire, mettiamoci insieme per fare qualcosa di buono e che sia “nostro”. Canzone ripresa da moltissimi altri cantautori americani, da Pete Seeger a Bruce Springsteen.

QUESTA TERRA È LA TUA TERRA

Questa terra è la tua terra questa terra è la mia terra
dalla California all’isola di New York
dalle foreste di sequoie alle acque del Golfo del Messico
questa terra è fatta per te e per me

Mentre percorrevo quel nastro di asfalto
vidi sopra di me il cielo infinito
vidi sotto di me la valle dorata
questa terra è fatta per te e per me

Ho girato e vagato e inseguito i miei passi
attraverso le sabbie scintillanti dei deserti
e tutto intorno a me una voce risuonava
questa terra è stata creata per te e per me

Il sole sorgeva splendente e io camminavo
nei campi ondeggianti di grano e la nube di polvere si alzava
mentre la nebbia saliva una voce cantava
questa terra è stata fatta per te e per me

Mentre camminavo vidi un cartello
e sul cartello c’era scritto “Non oltrepassare”
ma dall’altra parte non c’era scritto niente
questa parte è stata fatta per te e per me

All’ombra del campanile ho visto la mia gente
in coda per l’Ufficio Assistenza ho visto la mia gente
loro stavano lì affamati ed io stavo lì a chiedermi
questa terra è stata fatta per te e per me?

Nessuno potrà mai fermarmi
mentre percorro quella grande strada della libertà
nessuno potrà mai farmi tornare indietro
questa terra è stata fatta per te e per me

TESTO ORIGINALE

This land is your land This land is my land
From California to the New York island;
From the red wood forest to the Gulf Stream waters
This land was made for you and me.

As I was walking that ribbon of highway,
I saw above me that endless skyway:
I saw below me that golden valley:
This land was made for you and me.

I’ve roamed and rambled and I followed my footsteps
To the sparkling sands of her diamond deserts;
And all around me a voice was sounding:
This land was made for you and me.

When the sun came shining, and I was strolling,
And the wheat fields waving and the dust clouds rolling,
As the fog was lifting a voice was chanting:
This land was made for you and me.

As I went walking I saw a sign there
And on the sign it said “No Trespassing.”
But on the other side it didn’t say nothing,
That side was made for you and me.

In the shadow of the steeple I saw my people,
By the relief office I seen my people;
As they stood there hungry, I stood there asking
Is this land made for you and me?

Nobody living can ever stop me,
As I go walking that freedom highway;
Nobody living can ever make me turn back
This land was made for you and me.

Woodrow Wilson Guthrie, noto come Woody Guthrie (Okemah, 14 luglio 1912 – New York, 3 ottobre 1967), è stato un musicista, cantautore, scrittore e folklorista americano.
Considerato tra i folk singer più importanti della storia della musica americana, ebbe molta influenza su una miriade di artisti.
È stato autore di numerosi blues parlati, derivazione del blues e stile precursore della successiva canzone di protesta (il talkin’, ripreso in italia da Guccini). Il suo repertorio include canzoni a sfondo politico, ballate tradizionali, canzoni per bambini e brani improvvisati. Molte delle sue registrazioni sono conservate alla Libreria del Congresso.
La sua canzone più conosciuta è This Land Is Your Land (Questa terra è la tua terra), che ha ispirato l’monimo film, tratto dalla sua autobiografia, Bound for Glory. Altre due delle sue composizioni (Don’t Kill My Baby and My Son del 1966 e High Balladree sono dedicate alla memoria del linciaggio di Laura e Lawrence Nelson, madre e figlio di colore linciati alla fine dell’Ottocento.
Sebbene musicalmente attingesse da generi consolidati quali il blues di tradizione nera o il folk di matrice bianca, i suoi testi furono, per l’epoca, una grossa novità, introducendo temi di denuncia e protesta tese a informare sulle condizioni dello stato americano, spesso puntando il dito contro delinquenti o dittatori.
Di idee socialiste e per un certo periodo militante comunista, attenzionato dall’FBI e dalla Commissione per le attività antiamericane durante il maccartismo, a lungo bandito dalle radio, era solito esibirsi con lo slogan “This Machine Kills Fascists” impresso sulla chitarra, divenuto vero e proprio “marchio di fabbrica” dell’artista.
Da lui discende la figura del cantautore di protesta; divenne un mito durante l’epoca del folk revival anni Sessanta, ispirando una schiera di nuovi musicisti folk.

Annunci

7 pensieri su “ascolti amArgine: This Land Is Your Land – Woody Guthrie (1940 – 1945)

  1. Mi meraviglio di quanto tu conosca la musica e il messaggio che i cantanti hanno lasciato a memoria nel tempo. Magari quando ne avrai la possibilità mi farebbe piacere sapere da cosa deriva tutta questa conoscenza. E’ interessante leggere la tua chiave di lettura di ogni artista. Questa canzone mi piace molto. Non la conoscevo ma ho ascoltato diverse canzoni di Bruce Springsteen che riportano temi simili. Buona serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.