ascolti amArgine: Year Of The Cat – Al Stewart (1976)

Ai giovani dirò che questa è una delle mie canzoni della vita, che quando uscì stavo per diventare maggiorenne, che è talmente ben fatta e banale da rasentare il capolavoro, che ho avuto (e il secondo c’è ancora) due magnifici gatti che mi hanno attraversato la vita e me l’hanno migliorata, che Al Stewart da quell’unico grande successone di caratura mondiale non si è mai più ripreso.

L’ANNO DEL GATTO

In un mattino da film di Bogart
In un paese rimasto indietro nel tempo
Passeggi rilassato nella folla
Come Peter Lorre mentre contempla un crimine
Lei esce dal sole correndo in un vestito di seta
Come un acquerello nella pioggia
Senza preoccuparsi di chiedere spiegazioni
Ti dirà solo che viene
Nell’anno del gatto.

Non ha dato tempo per le domande
Mentre ti sta stringendo tra le sue braccia
E l’hai seguita finché il tuo senso dell’orientamento
È scomparso completamente.
Di fronte a un muro dipinto di blu, vicino alla bancarella del mercato
C’è una porta nascosta, dove lei ti porta.
In questi giorni, dice lei, sento la mia vita
Come un torrente che scorre attraverso
L’anno del gatto.

E ti guarda algida
E i suoi occhi luccicano come la luna sul mare
Arriva avvolta in incenso e patchouli
Così la prendi, per trovare quello che sta cercando dentro
L’anno del gatto.

Bene, il mattino arriva e sei ancora con lei
L’autobus e i turisti sono andati
E hai buttato via la tua possibilità
E perso il biglietto
Così devi restare.
Ma il battito convulso della notte rimane
Nel ritmo del nuovo giorno
Sai che a volte sei sul punto di lasciarla
Ma per ora rimani
Nell’anno del gatto.

TESTO ORIGINALE

On a morning from a Bogart movie,
In a country where they turn back time
You go strolling through the crowd
Like Peter Lorre contemplating a crime.
She comes out of the sun in a silk dress running
Like a watercolor in the rain
Don’t bother asking for explanations
She’ll just tell you that she came
In the year of the cat.

She doesn’t give you time for questions
As she’s lockin’ up your arm in hers
And you follow ‘till your sense of which direction
Completely disappears.
By the blue tiled walls near the market stalls
There’s a hidden door she leads you to
These days, she says, I feel my life
Just like a river running through
The year of the cat

And she looks at you so cooly
And her eyes shine like the moon in the sea
She comes in incense and patchouli
So you take her, to find what’s waiting inside
The year of the cat.

Well, morning comes and you’re still with her
And the bus and the tourists are gone
And you’ve thrown away the choice
And lost your ticket
So you have to stay on
But the drumbeat strains of the night remain
In the rhythm of the newborn day
You know sometime you’re bound to leave her
But for now you’re going to stay
In the year of the cat.
In the year of the cat.

Annunci

4 pensieri su “ascolti amArgine: Year Of The Cat – Al Stewart (1976)

    • Non posso dire di conoscerla, di averla già sentita, anche se probabilmente ai tempi l’ho fatto. Bella. La leggerezza. L’onda fresca di vita cui abbandonarsi.
      Non so perché, davvero, ma mi viene istintivo trovare il contraltare a questa canzone in Norwegian wood dei Beatles.
      Qualcosa può far andare le cose dritte o storte. Questione di passati, storie, culture, forse. O magari di vino e incenso, quelli giusti. Fatto sta che qui il “gatto” fa andare le cose nel verso giusto. Mi vengono in mente quelli cinesi di gatti, quelli di ceramica sui banconi dei ristoranti e dei negozi, che sorridono muovendo una zampa augurando buona fortuna. Ma l’anno del gatto, notoriamente, nel calendario cinese non esiste…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.