a nulla vale

Le radici rotte fanno male,
il terreno le spezza dove sono più taglienti.
Gli sciamani masticano,
i lupi, infinitamente buoni, ignorano.
Il sole scalda,
a nulla vale, niente le riporterà in vita.
La terra, lieve da sempre, è perduta.

Dove finiscono i pensieri
dopo essere stati pensati, riposti?
Non restano che poche cose fatte,
solo qualche capello tra i denti
del pettine, quando il vento insiste
a portare altri occhi.
Tutti ridono quando vanno al mare.

Chissà se il tempo
permetterà nuovo sole
almeno alle cicale per il saggio finale.
Quando il Viale spegne, è teatro:
ogni singola foglia di ogni ramo
pesa, mentre sotto questa volta
occasionali attraversano il silenzio.

Annunci

13 pensieri su “a nulla vale

  1. Mi è piaciuta particolarmente.
    I pensieri come foglie, che cadono un autunno.
    “quando il vento insiste / a portare altri occhi”
    Bello quel caduco, frivolo cicaleggiare umano… (un’ultima spiaggia per “il saggio finale”!)
    “Quando il Viale spegne, è teatro”… Chapeau.
    Piaciutissima, sì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.