Canzoni alla Radio

quella sera andammo
al Concorso per voci nuove,
rimanemmo un po’,
pensavo alle lezioni di canto
al vecchio macello,
a te da grande

poi i rami caddero in strada
senza intercessione:
potrei scrivere
della tua vicina lontananza,
far piovere in qualche modo,
restituire
qualcosa di nuovo

quando ogni voce,
canzone e notizia
sono tutte uguali,
ripetute fino a credere
ad ombre dietro le finestre

affacciata come sei oggi
al tuo telefono spento

Annunci

8 pensieri su “Canzoni alla Radio

  1. A me piace molto questa poesia.
    In virtù di un’interpretazione, una lettura magari sbagliata, ma tant’è.
    Ci leggo lo sguardo indietro, attraverso i tempi che cambiano, di un padre verso la propria figlia, da cui si è dovuto o voluto staccare.
    C’è amarezza e nostalgia. Mancanza, amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.