La realtà dell’ape

Il Novecento si solleva con distacco.
La realtà dell’ape è molto più semplice,
vita breve al servizio di chi la schiaccia:
vita scordata senza conforto e filosofia.

Quando sparisce per fumo o distrazione
i poveri ne avvertono per primi l’assenza.
Dove finiscano le ali e inizino le correnti
è mistero da spogliarelliste e fiori del male.

Un giorno sarà trovata esanime sul dorso,
le braccia spente, statica l’espressione,
stessa dignità di Cristo o altri esseri.

Attenzione a che non sia morta invano.

Annunci

5 pensieri su “La realtà dell’ape

  1. Ogni giorno qualcuno, senza se e senza ma, muore, per colpa di chissà quale distrazione o dolosa manovra. Chissà perché le chiamano morti bianche? Un vero cancro di questa Italia laboriosa. E poi senza api nessuno vive!
    Grazie!
    Un Abbraccio Flavio
    Chiara

Rispondi a chiaramarinoni Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.