ascolti amArgine: The big heat – Stan Ridgway (1986)

Stan Ridgway, già cantante dei mitici Wall o Voodoo, scrisse la canzone nel 1986 e quindi la data del giornale nel 1992 si poneva nel futuro, in seguito nei concerti dal vivo sarà usata una data posteriore. Brano molto in linea col meteo attuale. Per sapere di più del brano e dell’album da cui è tratto, si veda qui sotto:

http://www.ondarock.it/pietremiliari/ridgway_thebig.htm

Il grande caldo

La stanza era scura, si presentava come se qualcuno fosse andato via di corsa
Una finestra aperta sulla scala di sicurezza
Per quanto tempo hai seguito questo tipo, chiese il ragazzo dell’ascensore
Non abbastanza a lungo, poiché sono arrivato qui troppo tardi
E ciascuno vuole un’altra fetta di torta, oggi, disse lui
Devi guardarti da quelli che mantengono sempre le proprie mani pulite

Ritornello:
è il grande caldo, c’è qualcuno che ti sta inseguendo
è il grande caldo, fai un passo avanti, stiamo arrivando

Bene, l’abbiamo seguito fin da Tucson, l’abbiamo raggiunto a Baton Rouge
l’abbiamo rintracciato grazie alle informazioni
ricevute da una donna che egli conobbe a Barstow che lo vorrebbe vedere morto
Questo fu quattro settimane fa – anzi, forse cinque
e tutti vogliono un’altra fetta di torta oggi, disse lui
devi guardarti da quelli che mantengono sempre le proprie mani pulite

Un isolato più avanti si chiese se si fosse lasciato dietro una traccia
la prima pagina del giornale portava la data del 1992,
ricordava quando era solito presiedere il consiglio di amministrazione
ma questo era quando il mondo era giovane e molto tempo prima della guerra
e tutti vogliono un’altra fetta di torta oggi, disse.
Devi guardarti da quelli che hanno le mani troppo pulite

The room was dark, it looked like someone had to get out fast
A window open by the fire escape
How long have you been following this guy, the bellboy asked
Not long enough, ‘cause we got here too late
And everybody wants another piece of the pie today, he said
You gotta watch the ones who always keep their hands clean

It’s the big heat, there’s someone followin’ you
It’s the big heat, step aside, we’re comin’ through

Well, we followed him from Tuscon, ended up in Baton Rouge
We trailed him with information by
A woman he knew in Barstow that would like to see him dead
That was four weeks ago––well, maybe five
And everybody wants another piece of the pie today,” she said
You gotta watch the ones who always keep their hands clean

It’s the big heat, there’s someone followin’ you
It’s the big heat, step aside, we’re comin’ through

It’s the big heat, there’s someone followin’ you
It’s the big heat, step aside, we’re comin’ through

A block away he wondered if he’d left behind a clue
The front page of the paper dated 1992
He remembered when he used to be the chairman of the board
But that was when the world was young and long before the war
And everybody wants another piece of the pie today, he said
You gotta watch the ones who keep their hands clean

Annunci

2 pensieri su “ascolti amArgine: The big heat – Stan Ridgway (1986)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.