letture amArgine: un sottile inedito di Lucilla Conforta Gori

A volte il caso, il sonno, forse anche un po’ di noia o di voglia di osare e poi dormire, lasciano tracce fresche che si mantengono tali. Lucilla Conforta Gori, già ospite su queste pagine, ce ne fornisce un buon esempio. Grazie.

Ora, a questo rumore delle tue lettere,
rombo che tremula il mio corpo,
non accade mai di sentire cadere la casa in pezzi.
Non partiremo stanotte e ad ogni alba
ricorderemo sempre di quel suono che fa la bocca,
quando ci perseguitiamo con le mani,
quando ci rincorriamo nel mare
e regaliamo l’ignoto più bianco che c’è.

Quante notti per fare la morte di una bandiera.
Gli attimi avevano fatto crescere l’erba sui tetti delle case.
E noi mutanti, avevamo sparso vento senza un perché.

Avevamo finito il vino per festeggiare la vittoria
di quell’amore tanto atteso.
Avevamo l’acqua. Il primo ricordo.
Il primo sorso che avremo bevuto vivendo.
Strozzati dal piacere.

Avevamo la vita dalla nostra parte,
intarsiata di colori tra il bianco e nero.
Dentro le nostre case avvertivamo il fremito
di quel respiro che giungeva dalla radio.
Il godimento delle onde sfondava le tempie degli uomini.
Lussuriosi pensieri cinsero le nostre vite
con cinture di gambe e lingue che ci unirono.
In un pensiero. Potente.

lucillaconfortagori

4 pensieri su “letture amArgine: un sottile inedito di Lucilla Conforta Gori

  1. queste poesie che ci raccontano delle storie talmente intime da diventare, in senso traslato, anche delle nostre storie, dimostrano quanto le parole entrano dentro ai nostri abissi e li riempiono di brividi, di stupore, di luci e oscurità che noi possiamo svelare insieme alle superfici piene di specchi. Complimenti a Lucilla, veramente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.