Enrico

eravate un fronte secondario
dove il tempo marciva
in finte speranze e rappresaglie inutili,
tutto intorno cadevano dei,
soffitte e brani di muro,
qualcuno rubò la propria bicicletta

per la cronaca di chi ancora chiede
quando il futuro ha avuto fine,
Enrico morì poco più di vent’anni dopo,
cadde sotto andreotti senza reagire
dopo avere passato indenne due guerre,
la pace pesava, il dolore negli occhi
ricordava ogni giorno la perdita

fu la bella storia mai scritta
lui coi suoi scarponi da marinaio,
lo amammo sempre come si ama un eroe.
I suoi capelli come i miei: dove saranno?

La vecchia signora è scaltra,
sa nascondere bene il malloppo

6 pensieri su “Enrico

  1. Mariangela Ruggiu (da FB) fu bella la storia mai scritta… questo verso stempera le asprezze per quello che non è stato, perdiamo la memoria, perderemo tutto quello che siamo e forse, forse ci sarà un altro tempo che sarà bello pensare il futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.