2018: l’Anno dei Tre Carnevali, Cicciolina torna vergine.


Scrive Alberto Rizzi: Finalmente la maggioranza degli italiani con tendenza alla criminalità spicciola torna ad avere il suo candidato ideale. Questa sì che è democrazia! Ma caro Rizzi è ben di più! Il 2018 si sta rivelando essere l’Anno della Cuccagna, l’anno dei Tre Carnevali, atteso fin dal tempo dei Romani. Già molti parlamentari stanno facendo la fila per offrire il proprio seggio alla ballerina di arcore, ma fosse tutto qui!
Sta accadendo l’impensabile e non soltanto questo. Già Cicciolina è tornata vergine e pronta a festeggiare l’immacolata concezione. La CEI ha già fatto richiesta di poter pagare l’Imu come chiunque, mentre forminchione ha fatto outing di tutti i suoi misfatti e ha chiesto subito la riabilitazione. La famiglia mubarak non vede l’ora di riabbracciare la nipotina ruby. Intanto quel canchero della fornero si è messa in fila piangente per chiedere scusa a tutti gli esodati. Mentre equitalia ha già preparato l’elenco di tutti i contribuenti italiani cui mandare, a scelta, panettone o pandoro in vista del Condono Tombale. La scoperta del petrolio, un mare di petrolio, avvenuta alle due di questa notte di fronte alle coste di tutto l’Adriatico rende l’Italia a pieno diritto il paese più importante dell’opec: già Libia, Eritrea, Etiopia, Somalia, Dodecaneso, Istria e Dalmazia hanno presentato rispettosa domanda per essere riannesse all’Italia. Abbiamo già messo in guardia berlino e la merkel: dovranno fare i compiti a casa, altrimenti manderemo la trojka, anzi peggio la trinità. Felici e contenti ora andiamo a fare festa di Carnevale in Piazza Totò Riina.

5 pensieri su “2018: l’Anno dei Tre Carnevali, Cicciolina torna vergine.

  1. Anche io concordo sul radioattivo e raccolgo consensi sulla lunga durata e da altri, dubbi seri sulle nuove e imminenti elezioni! Ma in che posto sono capitata? Hai presenta quando passi e vedi dei posti desolati, o dei paesi che se pur al nord sembrano fuori dal mondo?!?!? E ci chiediamo sempre: ma come si fa a vivere in un posto così? Ecco l’Italia è l’estensione di questa domanda ad un posto che potrebbe avere e dare tanto ed invece toglie e basta, soprattutto il nostro sangue!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.