Ore disperate


La Nazione sta vivendo uno dei tanti momenti più bui della sua storia. La situazione politica in Italia è grave ma non seria, direbbe per la duemillesima volta Ennio Flaiano. Due forze politiche alquanto antitetiche stanno sottoscrivendo un “contratto” di governo: in parole povere mettono nero su bianco quello che vogliono fare insieme. Alcune cose sono “di sinistra” tipo l’abolizione o superamento della legge fornero, altre no (persino incostituzionali a parer mio) quali la flat tax. A questo la sinistra incapponita da renzi assiste impotente. Quando una classe dirigente abbandona il suo popolo perde consenso, i partiti di sinistra sono stati ridotti ai minimi termini, solo per questo renzi e c. vanno subito defenestrati. Storcono il nasino di fronte all’inciucio grillo leghista dopo essere stati per sette anni alleati “in nero” di berlusconi. A questo dobbiamo aggiungere le Ore Disperate che sta vivendo il pd in pieno dissesto finanziario. Le casse svuotate per finanziarie la fallimentare campagna per il sì al sabotaggio della Costituzione, i dipendenti in Cig da un anno e con una serie di stipendi non pagati. 140 su 175 lavoratori saranno mandati a casa finita la Cig. La testata l’Unità messa all’asta, importo base € 300.000. Tutto questo sembra incredibile. Aggiungiamo a questo che un lavoratore dipendente licenziato senza giusta causa grazie a una legge, il Jobs Act, fatta dalla sinistra non potrà essere reintegrato, mentre un delinquente del calibro della ballerina di arcore è stato riabilitato e può tornare a candidarsi a cariche elettive. C’è solo da sperare, anime belle, che il governo grillo leghista vada avanti 5 anni e che Sorella Morte dia una mano.

7 pensieri su “Ore disperate

  1. Alberto Rizzi (da FB) A dimostrazione di quanto sia grave, basta vedere quanto è appena accaduto a Siena e Vicenza, dove le liste dei CinqueStelle non hanno ricevuto, dalla direzione, il placet per l’utilizzo del simbolo: motivo, non togliere voti al Centro-Destra, Lega in primis. Fine degli spiragli offerti da questa forza politica, per cercare di trovare un cambiamento, magari solo su scala locale: come dire, chi vuole torni ad organizzarsi fuori dalle sigle della democrazia identificativa.

  2. Disanima terribile ma dannatamente reale, forse neanche la tanto vituperata DC aveva fatto peggio. Il fatto è che viviamo in un paese simile, anzi uguale, ad un paese sudamericano, e l’Europa la sa. Probabilmente vorrebbe darci un calcio nei coglioni ma non può per tutta una serie di congiunzioni astrali che ricadrebbero su di lei, ma sta di fatto che la sinistra italiana è veramente un’opera buffa. Io personalmente non ricordo un periodo così nero !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.