Enea, piccoli passi

Un amante sogna per amore e tace.
Si disse fosse un gentiluomo,
un troiano scappato da dove verso cosa.
Amò in sonno senza tornare
sui propri passi.

Il giorno dopo, un sole imprecisato
batteva ovunque: tanta luce acceca.
Enea, piccoli passi e Anchise in spalla.
Enea ti conosco
ma non vedrò i tuoi figli.

Acqua di sale irruppe
sopra un deserto libico
masticato dal vento
la giornata promette sete, pensò.

I banditi dai monti sparavano
raramente con amore, tenevano alla libertà.
Speravano nella casa
all’abbassarsi del vento.

Abbiamo tutti il sogno
di abbracciare, svegli, le nostre figlie
ancora sconosciute ora che è buio.
Un giorno, finita la rappresaglia.

Annunci

2 pensieri su “Enea, piccoli passi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.