malattie del corallo

Il clima ridotto a bordate d’applausi
spedite controvento agli stessi prestanome.
Basta domeniche ridotte a puntate
leccando il gelato
o a leccare il culo.

Amo Vaclav Havel la sua ex primavera.
Albino Luciani mi ha illuso.
Pedro Pietri ha fotomontato
l’atto di nascita,
la sciarpa è di Isadora Duncan.

Figlia, voglio tu sappia che
a forza di tracciare cammini di santiago,
reietti voluti da Dio e angeli morti,
diverremo parodie di barriere coralline,
ti comprerò l’agenda per non dimenticare.

Siamo malattie del corallo,
le nostre donne partoriscono futuro
e lo nascondono a casa.
Ditemi che è uno scherzo
altrimenti prego, sciogliete i cani.

4 pensieri su “malattie del corallo

  1. Mariangela Ruggiu (da FB) Bisogna aver consapevolezza del tempo presente e delle sue contraddizioni, c’è una strada che attraverso il tempo e ci lascia la responsabilità dei nostri passi… anche quando guardiamo cosapevoli il nostro dissolverci, eppure nell’essere malattia del corallo possiamo trovare un’identità che non cambia la realtà ma definisce il nostro ruolo, fa del nostro sentire un pensiero alternativo, la nostra identità.
    Come sempre la tua poesia parla magnificamente, grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.