ascolti am(A)rgine: The Paris Match – Style Council

Quando nel lontano 1983, estate per uomini veri, comprai dal mio pusher di vinile prediletto questa padella a 45 giri scritta da un Paul Weller appena uscito dai Jam, compresi pienamente cos’è un lento strappa mutanda: consapevolezza fondamentale per la crescita di un gentiluomo. Estate indimenticabile, calda quasi come quella del 2017 ma piena di gnocca. (Flavio Almerighi)

Empty hours
Spent combing the street
In daytime showers
They’ve become my beat;
As I walk from cafe to bar
I wish I knew where you are;
Because you’ve clouded my mind
And now I’m all out of time
Empty skies say try to forget
Better advice is to have no regrets;
As I tread the boulevard floor
Will I see you once more;
Because you’ve clouded my mind
‘Till then I’m biding my time

I’m only sad in a natural way
And I enjoy sometimes feeling this way
The gift you gave is desire
The match that started my fire

Empty nights with nothing to do
I sit and think, every thought is for you;
I get so restless and bored
So I go out once more;
I hate to feel so confined
I feel like I’m wasting my time

I’m only sad in a natural way
And I enjoy sometimes feeling this way
The gift you gave is desire
The match that started my fire
The match that started my fire
The match that started my fire
The match that started my fire
The match that started my fire

Ore vuote
Trascorse a bighellonare per strada
Nelle docce diurne
Sono diventate il ​​mio battito;
Mentre cammino da un caffè all’altro
Vorrei sapere dove sei;
Perché mi hai offuscato la mente
E sono fuori tempo
Cieli vuoti dicono di provare a dimenticare
Un consiglio migliore è quello di non avere rimpianti;
Mentre percorro il viale del boulevard
Ti vedrò ancora una volta;
Perché mi hai offuscato la mente
‘Fino ad allora sto aspettando il momento”

Sono solo e naturalmente triste
Mi diverte talvolta sentirmi così
Il tuo dono è il desiderio
Il fiammifero che ha dato il via al mio fuoco

Notti vuote con niente da fare
Mi siedo e penso, ogni pensiero è per te;
Sono così irrequieto e annoiato
Così esco ancora una volta;
Odio sentirmi confinato
Mi sento come se stessi perdendo il mio tempo

Sono triste naturalmente
E a volte mi diverte sentirmi così
Il regalo che mi hai dato è il desiderio
La scintilla che ha acceso il mio fuoco

(trad. Flavio Almerighi)

Annunci

5 pensieri su “ascolti am(A)rgine: The Paris Match – Style Council

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.