uomo di passaggio

nato in inverno,
so scrivere al buio
non ho paura del freddo,
ho mangiato acqua di mare
senza fare una piega,

mi sono dissetato
di tutto quanto è male,
vivo dove sono caduto
cercando monete d’oro
senza troppa fortuna

letti e moltissime crepe
non sono mancati,
la spettacolare veranda
dove leggere e baciare
sul far del tramonto
quella sì, mai avuta

ho smesso quasi subito
le domande inutili,
ho trovato molti cuori
senza pensare al mio
quando echeggiava,
e qualche volta ha pianto

******

15 pensieri su “uomo di passaggio

  1. blues allo stato puro! E sai quanto io ami il blues.
    Ciao caro amico, qui da te ci si “appartiene” sempre, le tue parole sono spesso le mie, solo che tu le “dici” meglio.

  2. Splendida! Comovente e affilata. Non direi un bilancio, piuttosto squarci, pagine di vita un po’ logore e sfinite, ma ancora presenti nella memoria e nel cuore. Le tue solite poche, intensissime strofe per evocare, emozionare, trafiggere chi legge. Da vero poeta. Senza timore della verità anche quando sa di amaro o perduto. Dirti bravissimo è superfluo. E ti ripeto che mi stai davvero “influenzando” e spingendo a riprendere la penna in mano. Quindi grazie, amico mio

  3. Flavio, mi prendi e mi porti con te. E quella veranda? Davvero il Poeta Almerighi l’ha sognata e desiderata? L’ha avuta in poesia più bella che mai. Anch’io, come te, come tanti,qualche volta ho pianto. Più di una volta. Stupenda. Patrizia Stefanelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.