muoriti stella! (trad. Adeodato Piazza Nicolai)

Muoriti stella sfondata,
diceva spingendola oltre un muro,
oltre il balcone
oltre il nulla:
quello che è una nebbia
in cui si smette di sentire
di pensare, molto molto buia
soltanto più nessun tormento.

Il nero è troppo erotico
per essere nulla senza accatti,
muoriti stella! Il mio stellicidio
verrà dopo il tuo, crepa tu
che io son Dio!

La spinse oltre i gerani,
oltre la pioggia che non cadeva
dentro un pomeriggio oppresso
di sole fondente e aria ferma.
Lei sparì in fretta, oltre gerani
sole fuso e aria ferma,
oltre la pioggia che non veniva,
ma lei non cadde, volò.

DIE STAR!

Die banged up star,
he said pushing it over the wall,
over the balcony
over nothingness:
that which is the fog
where nothing is heard
or thought of, very very dark
only no suffering left.

The dark is too sexy
to be nothing with no hooks,
die star! My star-drippings
will fall after your own, you die
since I am God!

He pushed it beyond the geraniums,
beyond the rain that wasn’t falling
on an oppressive afternoon
of melting sun and air stillness,
beyond rain that wasn’t coming,
but she didn’t fall, she flew.

© 2017 American translation by A. P. Nicolai of the poem MUORITI STELLA! of Flavio Almerighi. All Rights Reserved.

Annunci

4 thoughts on “muoriti stella! (trad. Adeodato Piazza Nicolai)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...