John Sturges

Oltre il tempo delle mele
il confine ipnotico del sax
lambisce John Sturges,
indomito guerriero immortalato
nell’atto di sedurre una cassiera,

trofeo da esibire
a ragazzine dai denti a sciabola
su uno slargo parigino
imbevuto di nebbia,
nemmeno fosse Londra
ristrutturata a colpi di V2

satura di polvere da muratore,
mentre il genere umano
fotte il suo tempo
tra venti di guerra
e ventuno grammi di spirito,

roba molto forte
se non bevuto on the rocks
prima che i poli
si sciolgano d’amore
e un pezzo di pack
affondi il Titanic
sturges

Annunci

2 thoughts on “John Sturges

  1. da “Il segno del capricorno, passando per “All’alba giunse la donna” e “Sfida all’O.K. Corral, non dimenticando “La grande fuga” e “Il giorno della vendetta”, compresi gli ultimi di fantascienza, fino alla fine con “La notte dell’aquila” … tutti, chi più chi meno, li ho amati. Grande regista, sì.
    E gran bell’omaggio poetico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...