Cose belle e strane

tese come filari
nubi pronte ad aggredire
l’alba fin dentro i visceri,
lo sbranatore latente
stiracchiandosi sfiora la bava
stupito da tanta umidità

non a caso
la gente non muore
insiste a spargere indizi,
sulle strade sporche, piene
di segreti inconfessati,
con candore tollera l’omicidio

Iole si accoppia col selciato
scoppiata in più punti,
sorride, tira,
non si preoccupa di noi
solamente di passaggio
nell’alveare senz’api

2 pensieri su “Cose belle e strane

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.