quattro quarti di realtà

realtà, gemella del sentire,
di cui son fatti i sogni veri
più vivi nel crepuscolo
dato a bere ogni santo giorno.
In premio la bellezza,
un mondo nuovo

ma l’inconveniente,
spesso, è la morte.
Spogliato della sua armatura
l’eroe omerico diventa
il fantaccino colpito a fianco.
Ce ne andiamo tutti.
Rimasti soli ce ne andiamo

ricordo Alma e sua sorella,
imbellettate, zitelle gaudenti,
i dolci (io bambino)
sulle ginocchia a punta.
Nessuna lorica salvò
quegli attaccapanni secchi.

Sulle spalle, pesa
con molto decoro,
la porpora cardinalizia,
i piccoli, è noto
tirano baci, educandi
per diventare isole
non tesori. Si sa
poi ce ne andiamo tutti

Annunci

7 thoughts on “quattro quarti di realtà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...