flash poetry: un freschissimo inedito di Stefanie Golisch

è un piacere poter proporre questo inedito “che migliora la vita e le persone” dell’autrice e studiosa Stefanie Golisch

Il mio vicino di casa

La vita è terribile. Io ho deciso di trovarla bella.
Bohumil Hrabal

Appesa alla corda del bucato mi
saluta la vita del vicino di casa:
una camicia da lavoro e una della
domenica, una canottiera color
marroncino, una salvietta a righe
bianche e blu e uno strofinaccio.
Mancano le mutande che immagino
dello stesso colore della canottiera.
Si sa che odia i gatti e probabilmente
anche gli uomini e, più in generale,
tutto ciò che è vivo e potrebbe, più
avanti nell’anno, fiorire
fensterblick-januarmorgen

Annunci

10 thoughts on “flash poetry: un freschissimo inedito di Stefanie Golisch

  1. La vita e gli umori di un individuo descritti attraverso i panni stesi: è una poesia sorprendente, Solo un occhio attentissimo, come quello della Golisch poteva farlo.

  2. ricevo via mail da Lucia Gaddo Zanovello:

    Caro Flavio,
    davvero folgorante questo flash di parole per una foto, tuttavia suggestiva, del quotidiano.
    E’ proprio vero che poeta è chi ‘sa vedere’ oltre le cose, oltre il banale.
    Poche parole che rendono bene la ricchezza dell’apparente semplicità.
    Grazie mille per questa condivisione e complimenti di cuore alla brava Stefanie
    Un carissimo saluto
    Lucia

  3. E’ possibile indovinare la weltanshauung di un individuo, sconosciuto, da pochi capi intimi messi ad asciugare? Stefanie Golisch, con asciuttezza di linguaggio e occhio educato all’accoglienza dei segni – ancorché minimi, dimessi – che l’esterno proietta sull’iride e da questa nell’anima,
    ci dice che tale processo è possibile.Del resto, Benjamin non parlò di “aura” e “choc” di una cosa elevata ad “arte”? E’ la sensibilità di Stefanie Golisch, da osservatrice accolgiente, che fa emergere il valore estetico da “cose” quotidiane, confermandoci che la verità dell’arte è la verità del senso che diamo, o che sappiamo dare, alle cose.
    Bravo Flavio e grazie per questa bella sorpresa.
    Gino Rago

  4. Ecco una poetessa che sa cosa deve esprimere la poesia, sillaba per sillaba, parola per parola, immagine per immagine, ad infinitum…Una poesia di questa freschezza ed originalità riscatta il mondo dalle infinite esondazioni poetiche che inquinano il nostro mondo. Tutti ci crediamo poeti, solo i rari onesti ed umili sanno che essere poeta vuol dire vivere un calvario continuo, senza fine e senza speranza….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...