somiglianze

dietro Falconara c’è sole
non si arrendono le nuvole,
avrei voglia di dormire
e di nessun bruciore,

dietro palazzoni dismessi
curve sempre disposte al battesimo,
penso il tuo addome a come salutava,
dimmi come stanno i figli
in quale modo ti spezzano la vita
senza che diventi
meno attraente,

rispondi strana
di non averne mai avuti
e di essere stata bravissima
a non volerne,

noi fingiamo la vita cantando,
ogni natale è un’opinione
del nostro secolo già finito,
candida raramente è innocenza
che il domani imbroglia

Annunci

3 thoughts on “somiglianze

  1. Guido Gallozzì Flavio, tu sai che il mio impatto con la poesia degli altri è essenzialmente di tipo empatico. In questa poesia c’è un pieno d’empatia, molta, molta di più di quella che basterebbe per entusiasmarmi. (Detto inter nos non riesco, nonostante i numerosi tentativi, ad entrare nel tuo blog: mi sa che dovrò cambiare nick e password…). Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...