Martedì

Senza pretendere motivi
all’improvviso bisogno di vederti
non so chi, ma di vederti
succede di non vederci più,
non c’è constatazione amichevole
se si è stati amanti.

Le cose che hanno ricadute vere
nella storia,
si chiamano ammaccature.

Con lievi segni di usura e bruniture
il sole è alto, martedì
l’ora legale molto scomoda,
niente da corteggiare.
Le mosche sono più duttili.

Una signora, l’ombra giusta
rivuole ricci da Prima Comunione,
capisce che non l’amo e se ne va.
Non chiedere chi è, non è mai esistita.

Annunci

6 thoughts on “Martedì

  1. … sinceramente bellissima…

    una perfetta risposta poetica, asciutta ( così come io amo una poesia che apre immagini imprevedibili dopo il punto finale.)

    ” Non chiedere chi è, non è mai esistita.”

    Grazie, davvero…

    Stefanie Golisch

  2. Sì, un gran bel lavoro (ormai ci sono abituato, è stimolante avere un confronto con uno che scrive come te); però – per esperienza – non son d’accordo che fra amanti non ci possano stare le “constatazioni amichevoli”… o forse sarà solo questione di fortuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...