la mosca

Giusto due settimane fa
scrivevo poesie
dal parcheggio di una scuola.

Ricci tagliati di fresco
e un colapasta in testa
ricopiavo epitaffi in inglese
da lapidi sconosciute.

Oggi sei qui,
col sole in faccia stringo gli occhi
come nel sorriso,
mentre ti scaldi come un armadio
sull’infisso in alluminio.

Basta un gesto della mano
per farti alzare, te ne vai
ti salvi la vita.

Attendo per me
lo stesso colpo di mano

Annunci

3 thoughts on “la mosca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...