cadenza

Prostrato a un infinito
stato di grazia, e giorni,
giorni oramai d’inquiete
che il quotidiano miete
ogni fiore, ogni profumo
e ne fa secco. Mani sì,
d’inconsistenza al grido
una sull’altra e sonno
dai malagevoli sogni,
fino ai tagli di luce
da finestre disimparate
e brandelli di faccende
ancora in mezzo.

(2007 da “Coscienze di mulini a vento”)

2 pensieri su “cadenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.